Treia, Corso di Bioetica per giovani del MpV: venerdì 27 l’ultimo incontro

Per il terzo incontro è atteso il vicepresidente del movimento per la vita nazionale, Giuseppe Grande, che tratterà il tema "Del mio corpo, a quale prezzo?"

Si sono svolti due dei tre incontri relativi al X corso di bioetica che il movimento per la vita di Treia Appignano anche quest’anno ha organizzato per i giovani. Una platea di ragazzi dai 14 ai 20 anni si è dimostrata in entrambe le serate particolarmente coinvolta alle tematiche trattate. Accanto ai giovani come elemento di novità, tanti adulti: genitori ed educatori soprattutto.

Nella prima serata l’avvocato Arturo Buongiovanni si è soffermato sul diritto alla vita e sull’importanza di difenderla sin dal concepimento, riconoscendo l’embrione come “uno di noi”.Nella seconda serata suor Lorella Mattioli ha accompagnato i ragazzi a scoprire il significato pieno di un rapporto d’amore, che se vissuto nella sua totalità deve essere caratterizzato dal dialogo, dalla corporeità, dall’eros e dal perdono.

Entrambi i relatori hanno esortato i ragazzi a non chiudersi in loro stessi, a guardarsi intorno, perché tanto c’è da fare: dal non lasciare solo il vicino “di banco” che vive un momento di difficoltà fino a testimoniare le proprie convinzioni e i propri valori in una società sempre più edonista.

Per il terzo incontro è atteso il vicepresidente del movimento per la vita nazionale, Giuseppe Grande, che tratterà il tema “Del mio corpo, a quale prezzo?”. Quest’ultimo appuntamento che vedrà anche la consegna ai ragazzi dell’attestato di partecipazione al corso per i crediti formativi a scuola, si terrà venerdì 27 settembre alle 21 all’oratorio di Chiesanuova di Treia.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments