A Villa Cozza lo spazio “Semi d’Acero” per bambini da 0-6 anni e famiglie

È uno spazio gratuito, educativo e d’aggregazione per i bambini e le loro famiglie, un luogo di ritrovo, stimolante dove poter trovare accoglienza, socialità e sostegno al ruolo genitoriale

“Semi d’Acero” è il nome del nuovo spazio del Comune di Macerata per bambini e bambine da 0 a 6 anni e famiglie inaugurato lunedì 30 settembre nei locali del nido comunale Grande Albero nello stesso edificio della casa di riposo di Villa Cozza. È uno spazio gratuito, educativo e d’aggregazione per i bambini e le loro famiglie, un luogo di ritrovo, stimolante dove poter trovare accoglienza, socialità e sostegno al ruolo genitoriale.

“La nascita di questo nuovo spazio di educazione e di accoglienza che si aggiunge al nido inaugurato lo scorso anno nel parco di Villa Cozza ci riempie di gioia e aggiunge un tassello al significativo progetto di assistenza alla persona fin dalla primissima infanzia – afferma il sindaco Romano Carancini – Il nome stesso “Semi d’acero” racchiude il senso di questo spazio che vuol essere una proposta integrativa ai servizi della città, ampliando le opportunità educative e sociali offerte alle famiglie con bambini che, come i semi d’acero, possono volare in alto quando hanno stimoli adeguati e opportunità educative e di crescita. Sarà lo spazio dell’incontro tra generazioni, della lettura, della musica, del gioco e dell’aggregazione. Questa è la direzione segnata dall’Amministrazione comunale che ha operato in questi anni per il potenziamento dei servizi educativi e alle famiglie lavorando in sinergia con le realtà educative pubbliche e private attraverso il tavolo 0/6”.

“Semi d’acero è il regalo del tempo gratuito e libero, libero per stare insieme ai propri bambini, ascoltare musica, leggere un libro, giocare in relax, incontrarsi. È un posto speciale non solo perché è bello ma anche perché è in un magnifico parco dentro la casa di riposo, dove i nonni e i piccoli si incontrano e sorridono insieme. Ecco un altro pezzo di Macerata città amica dei bambini e delle bambine, un investimento su un progetto di città che fa bene a tutti.” sottolinea con soddisfazione l’assessore alla scuola e alla cultura Stefania Monteverde.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments