Csi Macerata, Serie A di Calcio a 5: buona la prima per l’Evolution

I civitanovesi si impongono sul campo del Collebronx, battuto per 1-3

B entornati alla rubrica sportiva dedicata alla Serie A di Calcio a Cinque del Csi Macerata! La scorsa settimana è partita la corsa al titolo, apertasi con la vittoria dei campioni provinciali in carica dell’Evoution sul Collebronx, nella gara disputatasi agli Impianti del Centro Universitario Sportivo maceratese. Ma prima di parlare della gara stessa, bisognerebbe parlare d’altro. Il numero delle squadre partecipanti alla competizione, infatti, non è l’unica novità della stagione 2019-2020.

C’è infatti un certo clima di curiosità sul meccanismo delle retrocessioni e delle promozioni che caratterizzerà quest’annata sportiva. Il comitato provinciale è al lavoro per cercare di far tornare la Serie A a quattordici squadre, ma, sfortunatamente, non trapelano ancora notizie certe dalla sede di Via Annibali; bisognerà presumibilmente attendere un’altra settimana.

Passiamo ora alla cronaca della partita. I primi minuti della gara vedono un Collebronx volenteroso ma relativamente impreciso. L’Evolution ne prende atto e cresce con il passare dei minuti: la prima vera occasione da goal la crea Diamanti, chiamando Compagnucci all’opera. I padroni di casa si affidano perlopiù alle ripartenze di Perri, che non trovano sbocchi offensivi ma tengono comunque sulle spine i civitanovesi. La sfida si sblocca proprio mentre i maceratesi tentano di alzare il baricentro, con Grimaldi che si libera della marcatura di Tiffi e porta in vantaggio i suoi. La rete manda in confusione il Collebronx, che non reagisce e continua a subire gli assalti degli ospiti, i quali raddoppiano poco dopo ancora con Grimaldi. Nemmeno la seconda rete subìta riesce a scuotere i padroni di casa, anzi, l’Evolution preme sull’acceleratore alla ricerca del terzo goal. Il ritmo della partita cambia con il primo time out, chiamato dall’allenatore maceratese Paci: il tecnico dà le giuste indicazioni ai suoi, che tornano in campo con più convinzione ed iniziano a chiudere i civitanovesi nella propria metà campo. Il miglior momento del Collebronx si concretizza nella rete che dimezza le distanze, messa a segno da Fabiani. Galvanizzati, i maceratesi continuano ad attaccare a testa bassa ma si fanno sorprendere dalla marcatura di El Haj, che ristabilisce il gap. I padroni di casa non si fanno però demoralizzare e, seppur rischiando qualcosa in difesa, continuano ad attaccare. Il tecnico ospite Svigna decide di correre ai ripari e chiama anche lui il time out, evidentemente efficace: gli ultimi minuti della prima frazione di gioco si chiudono senza ulteriori sussulti, ad eccezione di un’estemporanea conclusione di Tiffi, che dalla sua metà campo prova a sorprendere Rotaro fuori dai pali.

L’Evolution torna in campo nel secondo tempo con spirito battagliero e prova a chiudere subito la pratica agli albori della ripresa: Diamanti e Ciarapica si rendono pericolosi in diverse occasioni ma il Collebronx riesce a reggere l’urto. Il dinamismo degli ospiti cala con il passare dei minuti, permettendo ai padroni di casa di rendersi pericolosi con Matascioli ed Asciutti. Le squadre si affrontano a viso aperto, consapevoli però che una rete indirizzerebbe la partita in un senso o nell’altro e tale consapevolezza si traduce spesso in errori d’imprecisione, dovuti forse anche alla stanchezza. Le occasioni da goal più clamorose della seconda frazione di gioco, due per i maceratesi ed una per i civitanovesi, si concentrano quasi tutte negli ultimi giri d’orologio: Baiocco, ottimamente servito da Perri, costringe Rotaro alla gran parata, mentre pochi minuti più tardi è la traversa a negargli la gioia del goal. Dall’altra parte, una bella ripartenza degli ospiti si conclude sul palo, scheggiato dalla conclusione di El Haj. Il triplice fischio del direttore di gara, Menghi Andrea, sancirà poco dopo la fine della contesa.

Vincenzo Paci, allenatore del Collebronx, vede il bicchiere mezzo pieno a fine partita: “Sicuramente abbiamo giocato meglio il secondo tempo rispetto al primo. Ho visto grandi passi in avanti rispetto all’amichevole di pochi giorni fa con la Vis Concordia. L’annata per noi è partita in salita, ci sono alcuni giocatori infortunati, diversi nuovi da inserire ed il calendario della prima parte di stagione è tosto. Bisognerà trovare l’amalgama giusta il prima possibile ma sono sicuro che disputeremo un buon campionato, ho fiducia in questa squadra. L’obiettivo sportivo rimane ovviamente la salvezza, poi una volta raggiunta si vedrà, ora l’importante è creare una rosa affiatata. Quest’anno sostituirò Francesco Nardi sulla panchina del Collebronx e Francesco, una volta recuperato dall’infortunio al ginocchio, tornerà a vestire la casacca da giocatore.

Andrea Svigna, tecnico dell’Evolution, è ben attento a non calarsi minimamente sugli allori: “Nel secondo tempo siamo calati, più mentalmente che non fisicamente, forse eravamo convinti di averla già vinta. C’è ancora qualcosa da limare, soprattutto sulla parte tattica, d’altronde abbiamo anche due nuovi innesti che devono far loro il ritmo del calcio a cinque. L’importante comunque era partire bene e portare a casa la vittoria, non è mai facile affrontare il Collebronx. Per quest’anno preferirei non pormi obiettivi, sono scaramantico, poi c’è il rischio che le mie dichiarazioni mi si ritorcano contro. Il Campionato Regionale? Un’esperienza nuova, sicuramente sarà molto dura, ma ancora è presto per parlarne, vedremo come saranno le cose a maggio.”

E con questo è tutto! L’appuntamento si rinnova alla prossima settimana, con la cronaca della gara tra il Piediripa e la Vis Concordia Morrovalle!

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments