Nella catechesi dell’udienza del mercoledì, Papa Francesco ha messo in guardia i pellegrini presenti in piazza San Pietro dagli indovini che leggono la mani, predicono il futuro e vengono pagati per questo. La questione è stata trattata dal Papa in riferimento alla figura di Lidia nel brano degli Atti degli Apostoli su cui si è centrata oggi la catechesi. Lidia “era una schiava che aveva uno spirito di divinazione” e “procurava molto guadagno ai suoi padroni” con il mestiere dell’indovina. “I suoi padroni guadagnavano tanto e questa povera schiava faceva l’’indovinatrice’”, racconta il Papa. “Indovinava il futuro, leggeva le mani come dice la canzone, ‘prendi questa mano zingara’. E per questo la gente pagava. Anche oggi, cari fratelli e sorelle, c’è gente che paga per questo. Io ricordo che nella mia diocesi, in un parco molto grande, c’erano più di 60 tavolini dove seduti c’erano gli ‘indovinatori’, le ‘indovinatrici’ che leggevano la mano e la gente crede a queste cose e paga e questo succedeva” anche al tempo dei primi apostoli.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments