“Non lasciamoli soli” è il titolo del libro di Francesco Viviano e Alessandra Ziniti che Fondazione Arché presenta, sabato 16 novembre, alle ore 19, presso la Casa dei diritti di Milano, nel corso dell’edizione 2019 di BookCity. “Non lasciarli soli” è anche l’attività che Fondazione Arché svolge ogni giorno con i nuclei familiari più vulnerabili e il monito che rivolge ai suoi volontari e alla cittadinanza per promuovere una cultura di cittadinanza solidale, che sia capace di prendersi cura dell’altro e di riconoscerne la comune umanità.
Per questo Fondazione Arché ha deciso di gettare luce con la presentazione di “Non lasciamoli soli” su quanto succede nella vicina Libia dove, come denunciano da anni le organizzazioni della società civile, si ripetono violenze e soprusi, in particolare nei confronti dei migranti subsahariani diretti verso l’Europa. “Il presente volume serve” a “costruire conoscenze e consapevolezze che facciano indignare sempre più persone per la sorte riservata a coloro che fuggono da guerre, persecuzioni e miserie”, scrive l’ex prima cittadina di Lampedusa, Giusi Nicolini, nella prefazione del libro. “Tutto questo deve finire al più presto” è il suo auspicio che Fondazione Arché fa proprio, ribadendo la sua adesione alla rete “Io Accolgo” e promuovendo una cultura solidale anche con questo e con altri eventi.
“I frutti dell’odio, seminato ad arte in questi anni, si vedranno molto di più nel futuro – dice Paolo Dell’Oca, responsabile della comunicazione di Fondazione Arché, che modererà l’incontro -. Per questo è sempre più importante che le realtà del terzo settore continuino a proporre momenti di conoscenza e dialogo su questi temi, affinché ne emerga la realtà fattuale e non una narrazione propagandistica”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments