La Fap Acli aderisce alla manifestazione unitaria promossa dai sindacati confederali per il 16 novembre a Roma “non solo per contestare le cifre, assolutamente inconsistenti, che sono state previste per la rivalutazioni delle pensioni ma, più in generale, per denunciare l’assoluta mancanza di una programmazione strategica per affrontare i problemi di natura previdenziale della maggior parte degli anziani in Italia”, si legge in una nota.
La Fap Acli, prosegue la nota, “chiede un intervento pubblico che provveda ad una legge organica e completa sulla non autosufficienza. È necessario anche definire scelte che possano, fin da ora, garantire tutele pensionistiche alle nuove generazioni”. Inoltre, “la Fap Acli ritiene urgente l’adeguamento dell’entità del prelievo fiscale sulle pensioni al regime prevalente in gran parte d’Europa, meno gravoso di quello attualmente vigente nel nostro Paese”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments