La Lube Volley campione del mondo entra nella storia con il trofeo numero 21, l’unico che mancava

Questo l'albo d'oro dei cucinieri: 5 Scudetti, 2 Champions League, 1 Mondiale per Club, 5 Coppa Italia, 3 Coppa CEV, 1 Challenge Cup, 4 Supercoppa italiana

Foto www.lubevolley.it

Il trofeo appena conquistato a Betim segna la vittoria numero 21 nella storia della Cucine Lube Civitanova: un trionfo storico, il Mondiale per Club era infatti l’unico titolo che mancava nella ricchissima bacheca del Club cuciniero. Con la vittoria in Brasile, la società biancorossa entra di tutto diritto nella storia: può vantare di aver conquistato ogni trofeo messo in palio attualmente nel mondo del volley nazionale e internazionale (5 Scudetti, 2 Champions League, 1 Mondiale per Club, 5 Coppa Italia, 3 Coppa CEV, 1 Challenge Cup, 4 Supercoppa italiana).

La vittoria del Mondiale per Club, inoltre, segna uno storico triplete per la Cucine Lube Civitanova nel 2019: campioni d’Italia, campioni d’Europa e, infine, campioni nel Mondo. Un anno leggendario che ha regalato tre gioie immense resterà per sempre nel cuore e nella mente di tutti: proprietà, giocatori e staff, i tantissimi tifosi che continuano ad aumentare, partita dopo partita. E non finisce qui: c’è ancora una larga fetta di stagione tutta da vivere con tanti obiettivi ancora da poter centrare.

Queste le parole dei nuovi campioni del mondo dopo la finale col Sada.

Bruno Rezende: «E’ una vittoria speciale, questa squadra è stata coraggiosa, nei momenti di pressione è rimasta unita ed ha meritato di alzare il trofeo. Era l’unico che ancora mi mancava, quindi ringrazio i miei compagni di oggi e pure quelli del passato per avermi aiutato vincere tutto quello che ho vinto in questi anni».

Osmany Juantorena: «E’ il mio quinto mondiale, e sono contentissimo di questa vittoria soprattutto per i miei compagni e per la società. Devo ancora rendermi conto di quello che siamo riusciti a fare. E’ stata una settimana tosta, alla fine avevo i crampi ma è andata bene. Conta la vittoria di squadra, quindi complimenti a tutti. Questo 2019 è stato davvero incredibile per noi».

Fefè De Giorgi: «Sono felicissimo, abbiamo raggiunto un risultato che volevamo tanto, noi come la società e tutti i tifosi. Oggi avevo chiesto ai ragazzi di prepararsi tutti, perché ci aspettavamo una partita dura, anche se per un solo pallone sapevo che sarebbe stato necessario il contributo di tutti, e così è stato. In questo 2019 abbiamo fatto un triplete incredibile, adesso festeggiamo un po’, ce lo siamo meritati».

Incetta di premi individuali per la Cucine Lube Civitanova al termine della Finale del Mondiale per Club: ben cinque biancorossi sono stati premiati dalla FIVB per la splendida prestazione nel torneo iridato, un vero e proprio Dream Team.

Yoandy Leal: MVP del torneo

Osmany Juantorena: Miglior Schiacciatore

Bruno Rezende: Miglior Palleggiatore

Robertlandy Simon: Miglior Centrale

Fabio Balaso: Miglior Libero

Completano il sestetto ideale Facundo Conte (schacciatore del Sada) e Artem Volvich (centrale dello Zenit Kazan).

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments