Comunità accademica riunita oggi all’Auditorium dell’Università di Macerata per il consueto scambio di auguri natalizio.«Sono a metà del mio mandato – ha detto il rettore Francesco Adornato, al terzo dei sei anni del suo rettorato – ma sento ancora l’entusiasmo degli inizi. La fatica che questo incarico comporta è resa più soffusa non solo dal lavoro di voi colleghi del personale docente ,tecnico, amministrativo e bibliotecario, ma anche dall’avvertire un clima di partecipazione, responsabilità e consapevolezza».

«Il Paese – ha aggiunto – sta passando un momento di difficoltà. A fronte di un aumento dei costi, abbiamo politiche universitarie pubbliche che rimangono indietro, anche se il nostro ateneo ha un bilancio solido e possiamo avere prospettive. A questo proposito, mercoledì in Giunta Crui – la Conferenza dei rettori delle Università italiane – e giovedì nel Cosiglio è stata approvata la proposta di inviare una lettera forte al Presidente della Repubblica e al Presidente del Consiglio sulla condizione del sistema universitario.

Recenti dati (Sole 24 Ore  del 09/12/2019) vedono l’Università di Macerata al 5° posto in Italia per percentuale di fondo premiale sul fondo di finanziamento ordinario. Vivo del prestigio riflesso di questo ateneo. Il 9 marzo il Presidente Sergio Mattarella ci farà l’onore di presenziare l’inaugurazione dell’anno accademico. Proprio per concordare l’organizzazione del suo arrivo ho un incontro al Quirinale il prossimo 16 gennaio. In fondo a ognuno di noi c’è l’idea di un risultato da raggiungere se ci sono percorsi condivisi».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments