Maceratese, persi due punti pesantissimi col Centobuchi: l’Atletico Piceno torna a +6

Maceratese pronta a ripartire da Treia: tornerà da ex Chornopyschuk, forse anche Perfetti, oggi non rischiato, dovrà tornare anche la vittoria, per la classifica e per la tranquillità di Marinelli, come sempre primo imputato alle prime avvisaglie di difficoltà

Due punti pesantissimi quelli persi dalla Maceratese nell’economia di questo campionato, ma un punto d’oro per come si era messo il pomeriggio dell’Helvia Recina: finisce due a due tra la Rata e il Centobuchi, con gli ascolani mai domi, che se ne vanno rinfrancati, con un risultato meritato e di assoluto prestigio dal campo maceratese. Salvifico ancora una volta per i biancorossi Max Gabaldi, giganteggiante nel primo tempo, decisivo e fortunato nel finale, con la sua doppietta: da antologia la prima segnatura a metà della prima frazione, una discesa prorompente chiusa da un gran destro in diagonale, provvidenziale la seconda, su punizione che da intenti di assistenza diventa rete.

Nel mezzo dei due gol biancorossi qualche occasione per chiudere la questione, Papa e Mariani su tutti, ma con tiri gestibili, e soprattutto i due gol ascolani, Giansante di testa, il migliore dei suoi, al quarto d’ora della ripresa dopo qualche sporadico tentativo andato decisamente peggio, e Liberati con un destro portentoso all’incrocio che sapeva di condanna per la Rata.

Una Rata bella nel primo tempo, sempre pericolosa quando cambiava fronte in velocità, ma frastornata nel secondo, quasi cullata dal vantaggio e dai pericoli inconsistenti vissuti fino all’uno due ospite. Di nervi la reazione nel finale che salva parzialmente la faccia, ma che frutta solo un pari. Serie complicazioni nella rincorsa al titolo e alla prima piazza, di nuovo distante due domeniche (sei punti).

Un fine settimana che di fatto fa sorridere solo l’Atletico Ascoli, di nuovo al sicuro e in fuga, con le due piazze di prestigio, Macerata e Civitanova, ancora alla ricerca di continuità, convinzione, gioco, punti pesanti. Maceratese pronta a ripartire da Treia: tornerà da ex Chornopyschuk, forse anche Perfetti, oggi non rischiato, dovrà tornare anche la vittoria, per la classifica e per la tranquillità di Marinelli, come sempre primo imputato alle prime avvisaglie di difficoltà.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments