di Santa Cioci

Non è facile, presentare una persona poliedrica. È ancora più difficile, parlare di un amico, un cristiano che, con la sua fede, ha fatto crescere, nell’amore al Signore Gesù, alla parola, alla chiesa, tanti e ducatori e tanti giovani.
Mario Polci, uomo di vivissima intelligenza, creativo, aperto al nuovo, ha dato grande spessore al cammino formativo, graduale, progressivo, della comunità parrocchiale dell’Immacolata.
Amico di tante persone, ha testimoniato una fede adulta, incarnata nella storia, non devozionale, né intimistica, ma “in uscita”, aperta e desiderosa di sintonizzarsi con il nuovo che avanzava.
Dotato di grande umanità, solida e ampia competenza, ha educato, non solo i bambini suoi alunni, ma i giovani e gli adulti, a non perdere mai di vista, nel fluire dei giorni, il Signore: l’unica persona, che può dare speranza e significato al vivere quotidiano.
Attento, delicato, sensibile alla bellezza nelle sue manifestazioni naturalistiche, musicali, artistiche, ha approfondito numerose tematiche, spaziando tra bibbia, ecclesiologia, liturgia, catechetica, sacramentaria, antropologia. alcuni di questi studi sono diventati agili sussidi, per operatori pastorali.
Un credente credibile è un testimone, una persona bella e la sua mancanza, nella comunità cristiana, si sente e si sentirà fortemente.
Ma è lo stesso Mario Polci , vivo nel Signore, a venirci incontro e a dirci, che è più vicino alla famiglia, agli amici, alla parrocchia e che offrirà il suo aiuto propositivo come sempre, anzi, più di sempre.

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments