di Filippo Passantino

Siglato un accordo tra l’Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani e il Vicariato di Roma: sarà possibile, per i sacerdoti che lo richiedono, sottoporsi gratuitamente al test sierologico, utile a verificare la presenza di eventuali anticorpi Sars-Cov-2 (Covid-19). Il test verrà effettuato nel Palazzo del Vicariato, in una o più date (a seconda del numero delle prenotazioni) a partire dalla fine del mese di giugno. Per usufruire di questo servizio – informano dalla Segreteria generale del Vicariato -, è necessario manifestare l’intenzione di sottoporsi al test, fornendo i propri dati (nome, cognome, un recapito telefonico e un indirizzo e-mail) entro lunedì 15 giugno, inviando una e-mail a segreteria.sanitaria@diocesidiroma.it. Si riceverà una comunicazione con la data e l’orario del test attraverso una e-mail. “Nel giorno del test, un rapido prelievo di sangue per il quale non è necessario essere a digiuno, si adotterà l’ordine alfabetico. È opportuno portare con sé la tessera sanitaria. Nel caso in cui risultaste positivi al test, verrà fatto il tampone in loco, il cui esito, se positivo, verrà comunicato successivamente”, informa la diocesi di Roma.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments