Matteo Possanzini guiderà l’U17 del Matelica

Il Matelica a lavoro per allestire gli staff delle varie formazioni che affronteranno i campionati Pro.
Un tassello importante va a coprire la formazione U17.
Si tratta di Matteo Possanzini, tecnico dalla giovane età ma già dalla lunga e comprovata esperienza, che torna a misurarsi con il Settore Giovanile dopo diverse esperienze in alcune blasonate prime squadre della Regione.
“Possanzini – ha dichiarato Alberto Virgili, con lui nella foto – non ha bisogno di presentazioni. La possibilità di avere un tecnico come lui credo possa fare in modo che la nostra U17, seppure all’esordio, possa ben figurare. La sua presenza sarà anche un valore aggiunto nella scelta dei ragazzi di venire a Matelica. Matteo ha un profilo molto adatto per il settore giovanile, secondo me uno dei migliori che le Marche possono esprimere in questo contesto, infatti lo abbiamo strappato ad una concorrenza di squadre importanti che ugualmente lo avrebbero voluto coinvolgere nel loro progetto dedicato ai giovani. Il suo modo di proporre calcio ed il suo metodo di insegnamento si sposano perfettamente con le nostre idee e sono questi i fattori che ci hanno orientato nel fare in questa scelta importante”.
“Ho accettato la proposta con entusiasmo perché arrivo in una società seria e con tanta voglia di fare bene nella nuova realtà. Ringrazio per la fiducia riposta in me. Mi impegnerò al massimo per la buona riuscita del progetto. Quando sono stato contattato – ha spiegato il tecnico – ho subito apprezzato la ferma volontà della Società di migliorare il contesto di crescita del settore giovanile. In passato ho già collaborato con Virgili, Serangeli ed Ippoliti e questo è stato per me un incentivo. Torno ad occuparmi totalmente di ragazzi. Il mio obiettivo è aiutarli a scoprire cosa sono in grado di fare. L’Under 17 abbraccia una fascia d’età delicata che coincide con un passaggio fondamentale per la loro maturazione, non solo dal punto di vista calcistico. Obiettivi e metodo li decideremo di comune accordo con responsabili e staff, insieme ai quali pianificheremo bene il futuro. Sinceramente non vedo l’ora di iniziare”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments