Sta raggiungendo la metà del cammino il giovane Romeo (nella foto), il ragazzo di 10 anni che con il padre sta percorrendo a piedi la strada da Palermo a Londra, per andare a riabbracciare la nonna. Il desiderio di questo viaggio di 2800 chilometri è nato durante il lockdown che ha costretto la nonna a stare sola a Londra. Il sogno ha messo le gambe, grazie all’aiuto dei genitori.

Ora Romeo sta percorrendo la via Francigena ed è quasi a Lucca, come racconta sul profilo Facebook “Romeos Big Journey”. Ad accompagnarlo in questo tratto Pedro, un asino che porta i pesi. Sostenibilità e solidarietà sono i messaggi che accompagnano il cammino – fin qui fatto a piedi, un tratto in barca a vela e poi in bici – e muovono la raccolta fondi destinata ad aiutare i ragazzi rifugiati e immigrati che vivono a Palermo. La via Francigena in queste settimane è tornata a popolarsi e le strutture stanno riaprendo le porte ai pellegrini. L’Associazione del cammino aggiorna quotidianamente l’elenco di strutture aperte, ma avverte la difficoltà di gestire questo tempo difficile e invita a “grande attenzione, senso di responsabilità e di precauzione”. “Se vogliamo che le strutture continuino ad accogliere è importante che si lasci un dono, cosa che il 20% dei pellegrini ‘dimenticano’ di fare”, scrivono i responsabili associativi. Info: https://www.viefrancigene.org/it/

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments