Il sindaco Parcaroli si iscrive al FAI

Si rinsalda la collaborazione del Comune di Macerata con la Delegazione locale del Fondo Ambiente italiano

“Sandro Parcaroli sindaco di tutti, deciso a valorizzare Macerata e il suo territorio in tutti gli aspetti, non da ultimo quello artistico culturale, che lo rende meta elettiva di un turismo nazionale e internazionale”: queste, in sintesi, le dichiarazioni di intenti con cui il neoeletto sindaco domenica 18 ottobre ha salutato i volontari del FAI, impegnati a gestire l’apertura nelle Giornate FAI d’autunno dell’Istituto di Medicina legale in seno all’Ateneo maceratese. Una visita a sorpresa, quella di Parcaroli, che si è messo in fila con gli altri cittadini per misurarsi diligentemente la temperatura alla postazione della Croce rossa partner del Fondo ambiente Italiano e per accedere all’atrio di Giurisprudenza a Piaggia della Torre per poi, una volta guadagnata la postazione FAI, sottoscrivere generosamente una tessera da socio sostenitore della Fondazione.
Il sindaco, dopo aver svolto la visita del FAI guidata dalle Guide turistiche delle Marche, e dopo essersi soffermato con commozione sui documenti del prezioso fondo archivistico sulle Fosse Ardeatine custodito dall’Università di Macerata, ha rivolto parole di apprezzamento sia a i visitatori sia ai volontari del Fondo ambiente italiano che rendono possibili ogni anno le aperture dei beni culturali del territorio, lodando molto soprattutto il coinvolgimento dei giovani volontari, quasi tutti studenti o laureati dell’Ateneo maceratese, e indicando in loro il motore e i destinatari primi della politica culturale che intende portare avanti sul territorio. Il sindaco ha poi sottolineato l’importanza di garantire la continuità della già pluriennale collaborazione fra il Comune di Macerata e la Delegazione FAI di Macerata garantendo a quest’ultima un più saldo radicamento negli spazi comunali e impegnandosi anche in prima persona a risolvere l’annosa questione della sede della Delegazione, da tempo vacante.
La Capodelegazione, prof.ssa Maria Paola Scialdone, ha consegnato personalmente la tessera FAI al sindaco e la prof.ssa Annalù Rinaldi, volontaria FAI, lo ha decorato con la consueta spilla del Fondo Ambiente Italiano.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments