Torna per il quarto anno a Macerata la Notte Europea dei Ricercatori, il 27 novembre, in contemporanea in tutta Europa

Torna per il quarto anno a Macerata la Notte Europea dei Ricercatori, il 27 novembre, in contemporanea in tutta Europa. Dalle piazze delle città ci si trasferisce alle piazze virtuali

Le 13 città collegate attraverso il progetto Sharper daranno il via ufficiale alla maratona alle 9:30 di venerdì con il Taglio del nastro: una cerimonia in diretta nazionale dove si collegheranno i Rettori e i rappresentanti di tutti gli enti e istituti di ricerca coinvolti.

Per il pomeriggio di venerdì, la Notte maceratese propone un variegato menù, tutto accessibile online. Si inizia alle 15:30 con il documentario “Who I am. L’inclusione a partire dai bambini”: vengono descritte le attività di doposcuola multiculturale, frutto di una rete di cooperazione e solidarietà fra residenti autoctoni e immigrati, in un quartiere multietnico di Firenze.
Alle 17:30 si parla, invece, di “Cultura e territorio nell’esperienza di Terroir Marche”: una narrazione del “fare il vino” in un territorio specifico a cui si rimane legati per cultura, tradizioni e appartenenza identitaria.
Ospite speciale, il “climatologo militante” Luca Mercalli, in un talk show tra musica e parole per conoscere i ricercatori Unimc in prima linea su alcuni obiettivi dell’Agenda 2030. Ad aprire la serata, il rettore Francesco Adornato e la delegata alla ricerca Carla Danani.

Per il dopo cena, alle 21, “Mangia Locale: una risposta ai nuovi bisogni in tempo di COVID19?”: un progetto che mette in rete le aziende agricole che fanno vendita diretta e mira a portare il consumatore a fare spesa direttamente nelle aziende agricole grazie all’adozione di nuove tecnologie.

In occasione della Notte dei Ricercatori, l’Ateneo mette a disposizione video utili come possibile materiale di supporto per le scuole – latino, letteratura, diritti dell’infanzia, presentazioni delle pubblicazioni della casa editrice Eum, approfondimenti sulla sostenibilità nelle imprese nonché una serie di podcast che affrontano alcuni dei 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile, la cosiddetta Agenda 2030, a 10 anni dalla data indicata come traguardo dalle Nazioni Unite.
Nelle settimane precedenti UniMc ha proposto oltre 20 attività e iniziative sui temi della sostenibilità, che hanno coinvolto almeno 40 ricercatori in dialogo con enti e imprese. Alcuni appuntamenti sono stati dedicati specificamente alle scuole secondarie, come il “Sumo Science” una sfida in 5 round a colpi di domande e risposte che vedrà sul tatami virtuale, due ricercatori che lavorano in campi differenti e che dovranno convincere, appassionare e incuriosire i ragazzi ai lati del ring.
Il programma completo e le indicazioni per partecipare sono disponibili sul www.sharper-night.it/sharper-ma

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments