Recanati: visita istituzionale del Prefetto Ferdani

Visita istituzionale questa mattina del Prefetto Ferdani al Comune di Recanati.
Ad accoglierlo in sala consiliare il Sindaco Antonio Bravi, la Presidente del
Consiglio Tania Paoltroni, gli Assessori della giunta comunale, i Comandanti della Stazione Carabinieri e della Polizia Locale.
Il Sindaco ha preso la parola per un saluto al Prefetto unitamente a quello di
tutta la comunità e in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, ha voluto
ringraziare il Prefetto per la sua vicinanza e presenza sul territorio e per la sua
continua collaborazione con i Sindaci.
Nell’occasione è stata consegnata dal Prefetto Ferdani unitamente al Sindaco
l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” al
Signor Stefano APIS, conferita con decreto del Presidente della Repubblica.
Il titolo onorifico è stato concesso al Signor Apis, per essersi reso strumento
attivo della prevenzione delle problematiche dell’infanzia e dell’adolescenza
attraverso l’interazione ed il dialogo tra le diverse culture e generazioni.
Il Prefetto insieme al Sindaco si è poi recato presso una Farmacia che ha
aderito il “Progetto Mimosa” finalizzato a prevenire la violenza nei confronti delle
donne con la distribuzione in tutte le farmacie, sia comunali che private, di apposite
brochure informative contenenti consigli e indicazioni su come affrontare situazioni
di violenza e sulle strutture cui rivolgersi.
La farmacia insieme ad altre ventisette farmacie, delle quali 4 comunali, ha
anche attivato al suo interno un “momento di ascolto” contro la violenza di genere al
quale le donne vittime di maltrattamenti potranno rivolgersi per conoscere i percorsi
specialistici che prevedono l’informazione sui diritti ed il sostegno psicologico.
La visita istituzionale è stata per il Perfetto una importante occasione per una
conoscenza puntuale e diretta della realtĂ  del territorio e ha costituito un momento
molto utile per tracciare una linea d intesa e confermare l’importanza della coesione
istituzionale e della leale collaborazione per affrontare le varie problematiche del
territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments