CIS area sisma: il comune di Macerata presenta tre proposte progettuali

Riqualificazione del Centro agroalimentare di Piediripa, eliminazione del passaggio a livello di via Roma e progetto di una rete di mobilità ciclistica. Sono le tre proposte progettuali del Comune nell’ambito dei finanziamenti CIS (Contratto Istituzionale Sviluppo) area sisma

La legge 178 del 30 dicembre 2020 infatti ha previsto che con Delibera CIPE siano destinate risorse per uno specifico Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) nei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria interessati dagli eventi sismici del 2016. Il Cis è uno strumento che consente il coordinamento strategico e l’attuazione integrata di interventi per lo sviluppo socio-economico di tali territori, è destinato a sostenere progetti e investimenti integrativi e complementari rispetto alla ricostruzione materiale degli edifici per assicurare la ripresa e lo sviluppo economico di queste aree e ha come obiettivo quello di individuare preliminarmente tutte le attività delle amministrazioni interessate e le modalità attuative che consentano di coordinate e accelerare la realizzazione degli investimenti.

Le tre proposte sono la riqualificazione del Centro agroalimentare di Piediripa (9.620.276,00 euro), l’eliminazione del passaggio a livello di via Roma (4.500.000,00 euro) e il progetto di una rete di mobilità ciclistica comunale (3.600.000,00 euro).

«L’occasione dei fondi per la ricostruzione è stata recepita dall’Amministrazione come stimolo affinché il Comune dimostri in modo concreto la valenza del capoluogo come centro di raccordo di tutto il territorio provinciale colpito dal sisma – è intervenuto il sindaco Sandro Parcaroli -. Per questo gli interventi proposti vanno nella direzione della coesione sociale, economica e turistica che lega i comuni del cratere».

«L’Amministrazione segna un’altra importante tappa nell’attuazione del programma di governo – ha aggiunto l’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Marchiori -. Dopo decenni di abbandono dell’area, abbiamo presentato un progetto di riqualificazione strutturale e funzionale del Centro agroalimentare per favorire la commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli del nostro territorio. Filiera corta e tutela delle tipicità è l’impegno che mettiamo in campo per sostenere le nostre eccellenze e contrastare in modo concreto le politiche legate al Nutri-Score».

La proposta della riqualificazione del Centro agroalimentare di Piediripa, si propone la realizzazione di una nuova struttura in grado di fornire una serie di servizi necessari a migliorare le condizioni di vendita degli attuali utilizzatori del centro e a creare le premesse per uno sviluppo dell’attività commerciale, aprendosi anche ad altre filiere produttive tipiche del distretto rurale di riferimento. Tra gli obiettivi primari ci sono quelli di realizzare impianti tecnologici e all’avanguardia a servizio della struttura e di porre attenzione ai temi energetici e alla sostenibilità ambientale.

La seconda proposta, quella dell’eliminazione del passaggio a livello, riguarda il progetto del sottopasso di via Roma per il quale il Comune ha già stanziato, nei giorni scorsi, le risorse per il progetto definitivo con una delibera di Giunta.

La terza proposta, che riguarda il progetto di una rete di mobilità ciclistica, prevede una serie di interventi volti a realizzare una rete di “ciclovie” all’interno del territorio comunale – per circa 75 chilometri – integrate ad altre iniziative sovra comunali all’interno del disegno complessivo della Ciclovia delle Marche.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments