San Valentino: le risposte dell’amore al Teatro Verdi

Pomeriggio dedicato al principe dei sentimenti grazie al tenore Marco Menichelli e alla compagnia teatrale Massimo Romagnoli

Leopardi “cantava” alla sua Silvia e alla luna, purtroppo per lui, con il medesimo risultato, ma, per nostra fortuna, quei suoi versi hanno riempito i nostri studi e ne hanno fatto un pilastro della letteratura internazionale. Già prima di lui e fino ai nostri giorni, altri hanno firmato il proprio punto di vista, più o meno pessimista, su spartiti e varie forme di componimento dedicati al sentimento che per Dante “move il sole e l’altre stelle”.

Ma, allora, Come si canta l’amore? Un interrogativo al quale è difficile rispondere e, inoltre, proprio la data simbolica del 14 febbraio, giorno di san Valentino, anche il titolo scelto per lo spettacolo in scena al Teatro Giuseppe Verdi di Pollenza, grazie al tenore Marco Menichelli e all’associazione culturale e compagnia teatrale Massimo Romagnoli.

La locandina dell'evento
La locandina dell’evento

“L’amore nel senso universale del termine esiste da sempre – confermano gli organizzatori nella nota di presentazione dell’evento -, gli artisti ce l’hanno descritto, declamato, dipinto e cantato in tutte le maniere. Lo spettacolo attraverserà cinque secoli: dal ‘600, fino ad oggi e ci farà scoprire come l’amore abbia influenzato l’arte nel tempo”. Si tratterà, dunque, di un percorso musicale accompagnato da “instancabili compagne di viaggio” come la poesia e la danza, con inizio alle ore 17, il Brindisi dell’amore (grazie al “Caffè Centrale” di Pollenza), e l’evento principale delle ore 18, …Come si canta l’amore…? Ti canterò l’amore con musica e parole (ingresso 8 euro, ridotto 5 euro).Protagonisti Tiziana Muzi, al pianoforte, l’attore Emiliano Lombi, lo stesso Menichelli e la ballerina Ilaria Battaglioni.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments