Premio Svoboda al fotografo Mimmo Jodice

La consegna del riconoscimento avverrà giovedì 11 febbraio in occasione dell'inaugurazione del 43° Anno accademico dell'Accademia di Belle Arti di Macerata

Il fotografo Mimmo Jodice con papa Benedetto XVI (Foto dal sito www.mimmojodice.it)

Sono passati 10 anni dall’inaugurazione del 34° Anno accademico dell’Accademia di Belle Arti di Macerata (Abamc). L’8 marzo del 2006, infatti, sarà ricordato come il primo anno di autonomia universitaria all’interno del Miur – Alta formazione artistica e, in particolare, per l’istituzione del premio Svoboda, al talento artistico e creativo, con titolo accademico Honoris Causa.

Venuto a mancare nel 2002, l’opera dello scenografo e registra teatrale ceco Josef Svoboda ha segnato anche la lirica maceratese. L’Accademia vuole ricordarlo ogni anno consegnando il riconoscimento a personalità protagoniste nell’ambito delle arti, dello spettacolo e della produzione artistica. I primi a riceverlo furono il “concittadino” Dante Ferretti, anch’egli scenografo e vincitore di tre premi oscar (2005, 2008 e 2012); l’attore Marco Paolini; lo scrittore Edoardo Sanguineti; e il regista e autore televisivo Giampiero Solari, nonché già assessore regionale alla Cultura.

mimmo_jodice_15 2L’11 febbraio, alle ore 10, stavolta giunti all’inaugurazione del 43° Anno accademico di Abamc, un altro gigante dell’arte italiana si appresta a ricevere il premio Svoboda: il fotografo napoletano Mimmo Jodice. Nato nel 1934, Jodice è da sempre attento alle sperimentazioni e alle possibilità espressive del linguaggio fotografico, oltre che protagonista dl dibattito culturale che ha portato alla crescita e successivamente all’affermazione della fotografia in Italia.

mimmo_jodice_06Espositore nei maggiori musei del mondo, da New York a Parigi, fino a Tokio, tra i suoi riconoscimenti accademici figurano anche il prestigioso premio Antonio Feltrinelli (nel 2003, per la prima volta assegnato alla fotografia, anno in cui il suo nome è stato inserito nell’Enciclopedia Treccani) e la Laurea Honoris Causa in Architettura da parte dell’Università degli Studi Federico II di Napoli (2006). Presso l’Auditorio Svoboda di Macerata, il programma prevede, dalle ore 10, il saluto del presidente di Abamc, Evio Hermas Ercoli; l’intervento inaugurale della professoressa Paola Taddei, direttore di Abamc; il saluto del presidente del museo Madre, Pierpaolo Forte; la Laudatio di Andrea Viliani, direttore del museo Madre; e, infine, alle ore 12 circa, la Lectio Magistralis di Jodice.

ABAMC_Honoris_Jodice_invito_web
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments