Il codice della strada s’insegna a scuola: positivo incontro all’Istituto “Bonifazzi”

Successo per la lezione sulla sicurezza stradale che si è svolta nei giorni scorsi presso l’Istituto Professionale superiore “Bonifazzi” di Recanati. A testimoniarlo sono stati gli studenti che dopo il suono della campanella sono rimasti in compagnia dei relatori per saperne di più sui temi trattati nel corso dell’incontro sollevando domande concernenti il codice della strada con una particolare attenzione sulle corrette modalità di guida sopratutto in stato di ebrezza e dopo aver assunto sostanze stupefacenti.

A promuovere la lezione è stato il Comando della Polizia Locale di Recanati che ha colto l’invito dell’Adoc, Associazione Difesa Orientamento Consumatori con il sostegno del dipartimento Regionale della Protezione Civile e Sicurezza Locale. Le lezioni si sono svolte presso l’aula multimediale dell’Istituto con l’ausilio di video e foto in grado di coinvolgere maggiormente gli oltre sessanta studenti che frequentano il quarto anno dell’Istituto e ormai in procinto di conseguire la patente di guida.

OK 5Gli insegnanti in divisa sono stati il vice comandante della Polizia Locale Danilo Doria e l’agente Marco Rorhssen di Limina alla presenza del volontario dell’Adoc Simone Schiavoni coordinato dalla presidente Marina Marozzi, del dirigente d’Istituto con sede principale a Civitanova Marche Valentina Bellini, del direttore della sede di Recanati Massimo Giaconi e le professoresse Raffaela Caraceni e Rosaria Barbaccia. Nel corso dell’incontro sono stati trattati svariati argomenti dalla guida in stato di ebrezza all’uso di sostanze stupefacenti, dall’iter amministrativo e penale in caso di violazione alla modalità di guida, dai ciclomotori e moto all’uso del telefono cellulare, dalla velocità e violazioni alla descrizione dei comportamenti corretti in centro abitato.

OK4La lezione si è arricchita anche con le prove pretest per uso di alcol in dotazione al Corpo Polizia Locale e grande è stata la partecipazione degli studenti che hanno osservato con particolare attenzione le foto di incidenti stradali rilevati a Recanati commessi da neo patentati, uno dei quali con fuga e relativa indagine anche con l’uso della videosorveglianza. Ai giovani sono state spiegate le conseguenze nei confronti del conducente e del proprietario dell’auto dai verbali al ritiro della patente. Tutti i ragazzi sono rimasti colpiti da video, immagini e testimonianze di automobilisti vittime di incidenti stradali a causa dei quali oggi si trovano costretti a vivere su una sedia a rotelle.

L’interesse è andato anche oltre il codice stradale con alcune ragazze che hanno sollevato domande sullo stalking chiedendo quali comportamenti vanno denunciati e informandosi sulle conseguenze nei confronti degli stolker. Un incontro che si è chiuso piu’ che positivamente tra la soddisfazione di tutti, bagnando così nel migliore dei modi una serie di lezioni che pian piano coinvolgeranno tutti gli Istituti Superiori di Recanati. Il progetto nelle scuole è stato fortemente voluto dal sindaco Francesco Fiordomo e dal delegato alla Protezione Civile Mirco Scorcelli.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments