Presentato il nuovo Cda di Macerata Cultura

I componenti saranno: Francesca Baleani, Annalisa Cegna, Chiara Natalucci, Roberto Perna e Alessandro Blasetti

Il sindaco Carancini e l’assessore alla Cultura Monteverde insieme ai nuovi componenti del CdA dell’Istituzione Macerata Cultura e la dirigente Sfrappini

Francesca Baleani, Annalisa Cegna, Chiara Natalucci, Roberto Perna e Alessandro Blasetti: questi i nomi dei nuovi componenti del Consiglio di amministrazione dell’Istituzione Macerata Cultura, nominati dal sindaco Romano Carancini. Il primo cittadino ha provveduto a scegliere tecnici con esperienza alle spalle, che saranno affiancati da professionisti del settore culturale e da chi ha già lavorato all’interno di Macerata Cultura, rappresentando, così, un filo conduttore con la storia dell’Istituzione.

«Pur provenendo da esperienze diverse, sono figure che potranno lavorare bene insieme e integrarsi – ha affermato Carancini -, l’orizzonte a cui puntiamo è quello di aprirci all’intero territorio attraverso i profili e le identità dei membri del nuovo CdA, che rappresentano anche una circolarità istituzionale. Molti sono i progetti previsti, che vanno dall’inclusione di palazzo Ricci nella rete museale, al nuovo bando per individuare il soggetto che gestirà l’intero pacchetto, passando per le potenzialità del museo di Storia naturale a quello del Risorgimento, per finire con la riqualificazione della biblioteca Mozzi Borgetti, alla luce dei lavori che dovrebbero concludersi entro la fine del 2016».

Punto di riferimento in questione sarà l’assessore alla Cultura, Stefania Monteverde: «Mi congratulo per la scelta fatta dal sindaco per la qualità e la competenza delle persone. Sono certa che si lavorerà insieme in piena sinergia, assessorato e Istituzione, per la crescita del sistema Macerata Musei, che oggi è una risorsa per lo sviluppo di Macerata e di tutto il territorio».

Ecco dunque i nuovi componenti dell’Istituzione Macerata Cultura:

  • Francesca Baleani, 47 anni. Dal 1997 lavora all’EX.IT, l’azienda speciale della Camera di commercio, occupandosi della produzione e dell’incentivazione delle realtà manifatturiere locali nei mercati internazionali, attraverso eventi e la partecipazione collettiva di imprese alle più importanti fiere del settore nel mondo. Dal 2001 svolge attività di supporto a processi di internazionalizzazione delle aziende, anche attraverso servizi di formazione e informazione mirati, e nell’ambito della rete degli sportelli per l’internazionalizzazione Worldpass del Sistema Camerale nazionale.
  • Annalisa Cegna, 44 anni. Laureata in Filosofia, è direttore scientifico dell’istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea Mario Morbiducci di Macerata. Co-direttore della Collana editoriale di storia contemporanea (pubblicata dalle edizioni Eum Università di Macerata), ha curato corsi di formazione per insegnanti in materia di storia contemporanea e principi di cittadinanza. Dal 2007 al 2011 è stata, poi, borsista presso la fondazione “Memoria della Deportazione”, per un progetto di ricerca nazionale sul tema del lavoro coatto in Germania durante la seconda guerra mondiale. E’ stata, oltre che autrice di numerose pubblicazioni, anche referente scientifico del progetto europeo Before and beyond Auschwitz.
  • Chiara Natalucci, 33 anni. Laureata in lingua e letteratura russa, ha collaborato come traduttrice free lance con l’agenzia TranslationInLondon, e, dal 2014, fa parte dell’organizzazione di “Macerata Racconta”, festival del libro e fiera dell’editoria. E’ stata production assistant della giovane casa di moda inglese Cherevichkiotvichk, oltre che curatrice dell’ufficio stampa della casa editrice Rrose Sélavy, ed è stata foreign rights agent dell’agenzia letteraria londinese David Higham Associates.
  • Alessandro Blasetti, 54 anni. Laureato in Scienze biologiche, è responsabile del museo delle Scienze dell’Unicam. Dal 2005 è membro del comitato scientifico dell’associazione Il Paesaggio dell’Eccellenza, mentre dal 2007 della consulta delle associazioni museali delle Marche in rappresentanza dell’Anms (Associazione Nazionale Musei Scientifici), del cui consiglio direttivo è parte integrante dal 2012.
  • Roberto Perna, 51 anni. Laureato in Lettere, dal 2014 è professore associato per la classe “Archeologia classica”, presso il dipartimento di studi umanistici dell’Unimc. Dal 2002 è direttore generale dell’associazione “Sistema Museale della Provincia di Macerata”, e si occupa di topografia antica e di gestione del patrimonio archeologico e culturale.
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments