Alla Famiglia solo promesse. Le «priorità» son altre

Si è conclusa la conferenza di Roma sulla famiglia. Per la terza volta abbiamo assistito al giochetto del poliziotto buono e di quello cattivo: il Governo tesse le lodi, il ministro dell’Economia frena gli entusiasmi. E per le famiglie non cambia nulla. Al di là di grandi voli retorici sulla famiglia si tratta di impegnare risorse per il suo sostegno. Sarà arrivato il momento per le famiglie di far sentire la propria voce?

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments