I canti, l’attesa e poi la gioia sprigionata dei bambini all’arrivo dei Re Magi a cavallo. Il Seminario Redemptoris Mater di Macerata ha rinnovato l’appuntamento dell’Epifania. La manifestazione di fede del 6 gannio, organizzata da don Emanuele Marconi e da tantissimi volontari, ha visto la partecipazione di numerose famiglie giunte al Seminario per trascorrere un pomeriggio di festa e condivisione.

«Accogliendo i bambini e le famiglie di Macerata o provenienti da ogni parte d’Italia, come dall’Abruzzo così dall’Umbria – ha affermato il rettore don Mario Malloni -, vogliamo comunicare il cuore dell’Epifania: l’incontro dei santi Magi con Gesù. Siamo convinti – ha proseguito don Mario – che queste scene, così belle, resteranno impresse nell’animo dei più piccoli»

Tre i momenti della celebrazione: il roveto ardente, dove Dio si manifesta a Mosè per la liberazione degli schiavi d’Egitto, momento che prefigura l’arrivo del Salvatore; la Natività e l’arrivo dei Rei Magi con l’adorazione e l’offerta di oro, incenso e mirra. Successivamente, i tanti presenti si sono spostati davanti l’ingresso del Seminario, dove i Re Magi hanno dialogato con i bambini prima della proclamazione del Vangelo dell’Epifania e del saluto del vescovo di Macerata, mons. Nazzareno Marconi.

A conclusione dell’appuntamento, una cioccolata calda ha ristorato grandi e bambini riunitisi nella preghiera dei vespri solenni accompagnati dai canti della tradizione natalizia e dal concerto d’archi dell’orchestra diretta da Matteo Bernetti Evangelista.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments