La poesia della diversità: Guido Marangoni finalista del premio «Bancarella» a Collevario

L'evento si svolgerà domenica 22 aprile per la festa del Buon Pastore

“Siamo fatti di-versi, perché siamo poesia” è il titolo dello spettacolo-testimonianza che andrà in scena domenica 22 aprile alle ore 16 nella chiesa del Buon Pastore, a Macerata, nel quartiere Collevario. Protagonista sarà Guido Marangoni, ingegnere informatico, attore comico e scrittore, autore del best seller, “Anna che sorride alla pioggia” (Sperling & Kupfer). Un testo che ha raccolto consensi unanimi di critica e pubblico – vincitore della selezione e tra i sei finalisti del Premio Bancarella 2018 – in cui si racconta con ironia la vita della famiglia Marangoni prima, durante e dopo l’arrivo della terzogenita Anna, con sindrome di Down. Obiettivo del libro – come pure dello spettacolo-testimonianza – restituire bellezza e profondità al termine diversità.

Guido Marangoni è un artista eclettico. Già nel 2007, vincendo la balbuzie, ha portato in scena lo spettacolo da lui scritto e interpretato “punti di viSta – Spunti di vita” con cui ha calcato le scene di numerosi teatri, approdando alla collaborazione col laboratorio artistico del programma Zelig. Nel 2015 ha partecipato al TEDx Trento con il cliccatissimo monologo “Potenza della Fragilità” tuttora su Youtube e ha creato la pagina facebook “Buone notizie secondo Anna” per riflettere e sorridere su luoghi comuni e pregiudizi inerenti alla sindrome di Down, suggerendo un rapporto più positivo e costruttivo con la disabilità.

L’evento di domenica prossima costituisce il coronamento del dodicesimo ciclo di appuntamenti sull’educazione, promossi dalla parrocchia “Buon Pastore” grazie al sostegno e collaborazione di dieci associazioni in rete. Il tema che quest’anno ha fatto da filo conduttore agli appuntamenti è stato “ComunicAzionEducativa”, un’unica parola per sottolineare il profondo legame di comunicazione e azione nell’educazione, declinata secondo diverse accezioni grazie all’intervento di Umberto Folena, caporedattore di Avvenire; Vincenzo Varagona, giornalista Rai Marche, e Don Maurizio Patriciello. Maragoni si aggiunge ai “superospiti” della festa nelle edizioni passate: Claudia Koll, Paolo Brosio, Alessandro Meluzzi, Pupi Avati, Lorena Bianchetti, Maria Grazia Capulli, Simone Riccioni e Beatrice Fazi.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments