Sefro. Successo per la quinta edizione della manifestazione «La trota e il verdicchio»

Nel corso della manifestazione c’è stato un incontro riservato tra i sindaci dell’alta valle del Potenza e dei Comuni dell’area produttiva del Verdicchio a colloquio con il dott. Roberto Cerrato, direttore dei siti ambientali dell’Unesco

Successo a Sefro della manifestazione “La trota e il verdicchio” giunta alla sua quinta edizione per l’impegno del sindaco Giancarlo Temperilli che ha trovato la piena collaborazione della troticoltura Eredi Rossi e dei produttori del Verdicchio di Matelica con il supporto scientifico dell’Università di Camerino. Una giornata piena di sole ha favorito l’evento che hanno avuto come protagonisti gli studenti dell’Istituto professionale alberghiero “Varnelli” di Cingoli guidati dal loro insegnante Bruno Spaccia. La giornata è iniziata appunto con il cooking Show presentato da Paolo Notari mentre l’Istituto alberghiero ha presentato i suoi piatti alla trota, con l’impiego del Verdicchio di Matelica, della pasta di Camerino, dell’olio di Orbetana dell’azienda Cinzi Anibaldi di S.Severino, e delle erbe aromatiche del territorio. La composizione delle varie ricette è stata illustrata dal docente dell’Alberghiero, Bruno Spaccia, che ha anche rivelato alcuni interessanti “segreti”.

Nel corso della manifestazione c’è stato un incontro riservato tra i sindaci dell’alta valle del Potenza e dei Comuni dell’area produttiva del Verdicchio. Essi sono stati a colloquio con il dott. Roberto Cerrato, direttore dei siti ambientali dell’Unesco, al quale hanno chiesto di avviare l’iter burocratico per inserire i Comuni delle due aree contigue dell’alto maceratese nell’elenco dei beni ambientali tutelati dall’Unesco. La manifestazione è poi proseguita con l’esibizione del popolare cantante Edoardo Vianello, che ha festeggiato i suoi 60 anni di carriera, e con il talk show guidato dal giornalista e autore radio e tv Carlo Cambi sul tema “Le qualità culturali di un territorio, che è stato approfondito con lo stesso Roberto Cerrato, con il “mangiologo” di casa Rai, Mauro Mario Mariani e con la giornalista Veronique Angeletti.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments