Macerata. Mozzi-Borgetti: il 5 ottobre il convegno “Dialetto e ricostruzione”

“Vogliamo replicare il successo della rassegna dedicata a Dante Cecchi al Don Bosco due anni fa – dichiara Quinto Romagnoli – e pensiamo di annunciarla con questo convegno molto interessante che servirà anche da introduzione alla rassegna “Gran Galà del dialetto”

Un convegno sul dialetto, patrocinato dal comune di Macerata, come prefazione alla grande rassegna teatrale che si terrà al Cine Teatro Don Bosco di Macerata dal 6 ottobre al primo dicembre, sarà organizzato per venerdì 5 ottobre, alle ore 17.30, nella sala Castiglioni della Biblioteca “Mozzi-Borgetti” di Macerata. “Dialetto e ricostruzione” è il titolo; ma subito dopo si legge “Ritrovare le radici per ricomporre le comunità”. Questo il senso più profondo di una riflessione proposta dalla Compagnia Calabresi e presentata da tanti nomi eccellenti dell’ambito dialettale della provincia maceratese.

“Vogliamo replicare il successo della rassegna dedicata a Dante Cecchi al Don Bosco due anni fa – dichiara Quinto Romagnoli – e pensiamo di annunciarla con questo convegno molto interessante che servirà anche da introduzione alla rassegna “Gran Galà del dialetto”, programmata per ottobre e novembre; un omaggio ai dialetti della Marca e a Silvio Spaccesi. Il pomeriggio di venerdì 5 ottobre, dedicato al dialetto, è di spessore, con eminenti oratori che illustreranno le peculiarità dell’idioma dialettale e la ricchezza del suo lessico; ma non solo, si addentreranno pure in alcune approfondite riflessioni sul ruolo di questa lingua riferita alle comunità; sabato 6 debutterà la rassegna”.

Introdurrà e condurrà il convegno Agostino Regnicoli di Unimc; dopo gli interventi di Quinto Romagnoli e di Pierfrancesco Giannangeli (sull’opera e l’impegno civile di Dante Cecchi) sarà la volta di Ennio Donati, studioso di tradizioni popolari, con un intervento dal titolo “Curiosità del nostro dialetto, per non dimenticare”; seguirà l’intervento di Marina Pucciarelli, studiosa di dialettologia, dal titolo “Il dialetto tra glocalizzazione e identità comunitaria”; terminerà la manifestazione Diego Poli, di Unimc, con l’intervento “Ricostruire o costruire il dialetto?”.

A rendere più armonico e musicale il convegno ci penserà il giovanissimo organettista Elia Salvucci. Sabato 6 ottobre prima opera in rassegna per il Gran Galà del dialetto, organizzato dalla Compagnia Calabresi di Macerata, con la compagnia “Teatro Club Amedeo Gubinelli” di San Severino Marche con la commedia “Patre pe’ procura” per la regia di Alberto Pellegrino, con inizio alle ore 21.15. Serata dedicata alla Croce Rossa Italiana.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments