Un traguardo importante per i Campionati Italiani Assoluti indoor, che vivranno nel weekend ad Ancona l’edizione numero 50. Tre giornate di gare da venerdì 15, con l’apertura dedicata allo show del salto in alto, fino a domenica 17 febbraio. Sarà la dodicesima volta e la quarta consecutiva della massima rassegna nazionale al coperto nel capoluogo marchigiano, dove sono iscritti 508 atleti-gara: 235 uomini e 273 donne, in rappresentanza di 108 società. In palio 26 titoli, 13 maschili e altrettanti femminili, con la novità della staffetta 4×400 che viene introdotta al posto della 4×200 metri. La competizione più frequentata è quella dei 60 femminili con 42 velociste. All’orizzonte in chiave azzurra ci sono gli Europei indoor di Glasgow (Gran Bretagna, 1-3 marzo) e proprio Ancona sarà l’ultima occasione utile per agganciare lo standard di iscrizione. L’evento deciderà anche la classifica dei Campionati Italiani Indoor di Società che l’anno scorso hanno visto la doppietta della Studentesca Rieti Milardi per entrambi gli scudetti, maschile e femminile. Nella stagione 2019 del Palaindoor di Ancona si sono già svolte due manifestazioni tricolori: juniores-promesse (2-3 febbraio) e allievi (9-10 febbraio), mentre toccherà ai master dal 22 al 24 febbraio.

I PROTAGONISTI – A dare il via alla manifestazione, per il secondo anno di fila, una spettacolare serata del venerdì tutta incentrata sul salto in alto. Stavolta anche con le donne (ore 17.00), nel match tra il bronzo mondiale Alessia Trost (Fiamme Gialle) ed Elena Vallortigara (Carabinieri), poi gli uomini (ore 19.00) e l’attesa per il beniamino di casa Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle). Anche nelle successive due giornate, tanti i protagonisti annunciati.

Sabato 16 febbraio alle 16.25 in pedana nel lungo Marcell Jacobs (Fiamme Oro), dopo il convincente rientro di venerdì scorso con due salti a 8,05 nel meeting di Madrid, in un pomeriggio che potrebbe scattare (ore 14.55) con la passerella sui 3000 di marcia per il bronzo mondiale ed europeo Antonella Palmisano (Fiamme Gialle). Nel triplo di domenica (ore 14.40) probabile ritorno in azione del capitano azzurro Fabrizio Donato (Fiamme Gialle), vicecampione europeo indoor, opposto al 21enne Tobia Bocchi (Carabinieri) atterrato a 16,45 nella rassegna giovanile di inizio febbraio. Pronti a scendere in gara molti degli altri atleti che si sono già messi in luce durante la stagione indoor: l’astista Claudio Stecchi (Fiamme Gialle), salito a 5,70 per diventare il secondo italiano di sempre al coperto, e il lanciatore Leonardo Fabbri (Aeronautica), che ha spedito il peso a 20,20 realizzando la miglior misura di un azzurro negli ultimi sedici anni, mentre al femminile Laura Strati (Atl. Vicentina) con il recente 6,58 nel lungo.
Sull’anello del Palaindoor, di sicuro interesse le sfide dei 400 metri con Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) scesa a 52.57 che vale il terzo risultato di sempre a livello nazionale, oltre che il crono più rapido dal 1999, per vedersela con la campionessa in carica Raphaela Lukudo (Esercito), all’esordio stagionale. Tra gli uomini in pole position Michele Tricca (Fiamme Gialle) e il campione europeo under 20 Vladimir Aceti (Fiamme Gialle), che a fine gennaio si sono portati rispettivamente a 46.59 e 46.63. Ci sarà da lottare fin dalle batterie, anche per una maglia azzurra nelle staffette 4×400 dei prossimi Europei. Sui 60 ostacoli partono favoriti Lorenzo Perini (Aeronautica, 7.66) e Luminosa Bogliolo (Cus Genova, 8.14) grazie ai progressi delle scorse settimane, mentre nei 5000 di marcia da seguire Massimo Stano (Fiamme Oro), quarto nella 20 km agli Europei di Berlino. Confronto generazionale sui 3000 metri tra la campionessa in carica Margherita Magnani (Fiamme Gialle) e l’oro continentale under 20 di cross Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre). Particolarmente incerte le gare dei 60 metri sul rettilineo dello sprint, con la prima uscita dell’anno per Michael Tumi (Fiamme Oro) e Anna Bongiorni (Carabinieri) che difendono il titolo.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments