Il nuovo consiglio direttivo dell’Ac Macerata conferma Enrico Ruffini presidente

Si rafforza l’attività del Club attivo sul fronte della sicurezza stradale. Ristrutturata senza fondi pubblici, torna pienamente funzionale la sede di via Roma dopo i danni dovuti al terremoto

Nuovo consiglio direttivo per l’Automobile Club di Macerata fra importanti conferme e nuovi ingressi. Enrico Ruffini è presidente dell’ente per il terzo mandato consecutivo, Raffaele Macerata è vicepresidente con delega all’attività sportiva, e Maurizio Superiori consigliere. Entrano in consiglio per la prima volta Giuseppe Casali e Silvano Gattari.

Entrambi professionisti stimati, Casali è imprenditore noto, ex presidente di Confindustria Ancona e grande appassionato di auto attualmente impegnato nella sua quinta partecipazione alla Mille Miglia; Gattari, già segretario regionale di CNA Marche e presidente di Fidimpresa Marche, è persona di impegno civile e comprovata esperienza.

“Il nuovo direttivo dell’AC Macerata rafforza l’ente in un’ottica di sempre maggiore incisività sul territorio maceratese”, afferma Ruffini che sottolinea il ruolo dell’istituzione nella promozione della sicurezza stradale di automobilisti, anche nei confronti dei ciclisti. “Automobile Club d’Italia è partner del Giro d’Italia con il progetto #Rispettiamoci nella convinzione che la maggior parte degli incidenti fra auto e bici, incidenti anche banali ma molto frequenti, si possano evitare grazie al reciproco rispetto e al rispetto del codice della strada. Per questo come ACI promuoviamo campagne di sensibilizzazione verso le nuove generazioni così da preparare i guidatori di domani”.

Un altro aspetto significativo dell’operato dell’AC Macerata è la rinnovata sede del club: “Nel mese di aprile”, racconta Ruffini, “abbiamo chiuso il cantiere aperto all’indomani del terremoto nel 2016. La nostra sede in via Roma aveva subito danni rilevanti, ed oggi la restituiamo al territorio e alla clientela fruitrice dopo sette mesi di lavori di ristrutturazione senza aver speso alcun contributo pubblico”.

Infine l’attività sportiva dell’AC maceratese, fiore all’occhiello di un club che ha annoverato e continua a contare fra i propri soci piloti che si sono fatti valere a livello internazionale, da Lodovico Scarfiotti alla Scuderia Sarnano Corse, passando per Paolo Pagnanelli, Gianfranco Trombetti, Andrea Stortoni, Euno e Francesco Carini. “Siamo impegnati in attività come la recente Sarnano-Sassotetto, il rally di Cingoli e quello dell’Adriatico. A Macerata stiamo collaborando alla prossima edizione di Kartisti”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments