Pienone alla consegna delle Civiche Benemerenze. L’Aula Magna non è riuscita ad accogliere le centinaia di persone accorse per la tradizionale cerimonia voluta dall’amministrazione comunale per ringraziare coloro che tengono alto il nome di Recanati impegnandosi nel mondo del lavoro, dell’arte, del volontariato e dello sport.

Nove i concittadini protagonisti dell’evento giunto al quinto anno di vita e sempre più coinvolgente anche grazie al contributo dei recanatesi che hanno segnalato le candidature attraverso le mail. Applausi per tutti ma sopratutto per l’evergreen Nello Pietanesi, il fondatore e presidente onorario del Centro Culturale Fonti San Lorenzo che ha ribadito l’importanza di stare vicino ai giovani. Emozionante anche la consegna del riconoscimento a Maria Verdenelli detta Mariola, le cui mani hanno accolto la nascita di oltre 5000 recanatesi.

A consegnare le benemerenze sono stati il Sindaco Francesco Fiordomo, gli Assessori Antonio Bravi, Rita Soccio, Tania Paoltroni, Roberta Pennacchioni e Armando Taddei e i consiglieri Antonella Mariani, Mirco Scorcelli, Luca Castagnari ed Enrico Fabraccio. La prima a ricevere il riconoscimento è stata l’insegnante di danza Alina Bianchi, seguita dall’azzurro e vice capitano della nazionale di ultramaratona Paolo Bravi, dal passionista Padre Gabriele Cingolani, dall’imprenditore Adolfo Guzzini, dalla professoressa Paola Magnarelli, dal mastro presepaio Leandro Messi e dal papà del ciclista professionista Riccardo Stacchiotti che è nel bel mezzo della stagione agonistica.

Assegnata anche la Menzione al giovane Fabio Martinelli per il coraggioso gesto che ha salvato una vita e le Benemerenze Junior agli alunni degli Istituti Comprensivi Gigli e Badaloni che si sono distinti per studio e non solo. Ad Alice Mogliani, Sindi Sceriffi, Mattia Lucarini, Giorgia Cervellini, Sopia Marrocchi, Matteo Tomassoni, Filippo Carella e Aurora Marchetti oltre al bel riconoscimento è andata anche una borsa di studio della Victorya Company.

Non sono mancati gli attestati di benemerenza alle attività che hanno raggiunto importanti traguardi come la ditta Baby Toys e la parrucchieria per uomo Coppari per i trent’anni di attività, Marisa Abbigliamento e la Sartoria Franco Mazzieri, che da 46 anni veste niente meno che Adriano Celentano, per il mezzo secolo di vita.

SpettacoloPinocchioBrrr (1)

A chiudere la cerimonia l’emozionante e commuovente spettacolo con protagonisti gli attori della compagnia Artisti per caso, composta dai ragazzi e le ragazze del Villaggio Le Ginestre, Cooperativa La Ragnatela e Terra e Vita. A guidarli sul palco è stata Anna Sagni aiutata dal suo gruppo dell’Avulss a Teatro e dagli alunni della media di San Vito che hanno recitato nel ruolo di comparse lasciando il palcoscenico ai veri protagonisti. A tutti loro un lungo applauso finale per aver regalato come al solito risate e qualche lacrima.

Le Civiche Benemerenze anticipano i due giorni di festa legati al Patrono San Vito Martire. Da questa mattina via alla tradizionale fiera lungo le vie del centro affiancata dalla bancarella del nonno in via Calcagni e dalla pesca di beneficenza della Croce Gialla all’atrio comunale. Domani, mercoledì 15 giugno, scatta anche il programma religioso con le Sante Messe nella Chiesa di San Vito, alle 10,30 la Solenne concelebrazione  presieduta da S.E. Mons. Nazzareno Marconi, con la partecipazione della Schola Cantorum “Virgo lauretana” di Recanati e alle ore 19,00 la processione che si snoderà lungo le vie della città accompagnata dal concerto musicale Beniamino Gigli che alle 21.15 si esibirà nel consueto concerto in piazza Giacomo Leopardi anticipando l’estrazione della lotteria di San Vito a sostegno della Cooperativa La Ragnatela.


Il programma della festa di San Vito

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments